DOP Pretuziano delle Colline Teramane

L’olio DOP prodotto nella provincia di Teramo si ottiene principalmente dalle varietà di olivo Dritta, Leccino e Frantoio, ma partecipano anche altre cultivar locali.

La denominazione deriva dall’antico nome dato dai Romani a queste terre.

L’olio extravergine di oliva DOP Pretuziano delle Colline Teramane è prodotto in un territorio che abbraccia una quarantina di località della provincia di Teramo e comprende l’intera fascia collinare che si distende tra il mare Adriatico e il massiccio del Gran Sasso d’Italia.

Leccino, Frantoio e Dritta sono le principali varietà di olivo utilizzate per produrre l’olio DOP Pretuziano delle Colline Teramane e vanno impiegate per almeno il 75%; tuttavia per la restante percentuale sono ammesse anche altre cultivar locali minori e autoctone, le più diffuse delle quali sono il Tortiglione, la Carboncella e la Castiglionese.

Caratteristiche sensoriali

Colore: 
yellowy greenish

Odore: 
medium fruity

Sapore: 
medium fruit with medium notes of bitterness and piquant

Curiosità

Pretuziano è un termine latino ed era il nome dato dai Romani al territorio della città di Teramo, chiamato infatti ager Praetutianus (cioè «campagna Petruziana»), in quanto antecedentemente era stato abitato dal popolo italico dei Petruzi.

L'attribuzione di questa denominazione latina all'olio della provincia teramana sottolinea anche l'aspetto storico dell'origine della cultura dell'olivo e dell'olio di questo territorio.