DOP Garda

L’extravergine di oliva Garda DOP, seguito da una delle successive menzioni “Bresciano”, “Orientale” e “Trentino”, viene estratto dalle varietà di olive Casaliva, Frantoio, Leccino e Pendolino e viene prodotto esclusivamente in comuni appartenenti alle province di Brescia, Verona, Mantova e Trento.

Caratteristiche sensoriali

DOP Garda "Bresciano"
Si produce solo in provincia di Brescia, nei comuni di: Botticino, Calvagese della Riviera, Desenzano del Garda, Gardone Riviera, Gargnano, Gavardo, Limone sul Garda, Lonato, Manerba del Garda, Moniga del Garda, Muscoline, Padenghe sul Garda, Paitone, Polpenazze del Garda, Pozzolengo, Puegnago del Garda, Roè Volciano, Salò, San Felice del Benaco, Serle, Sirmione, Soiano del Lago, Tignale, Toscolano Maderno, Tremosine, Villanuova sul Clisi, Vobarno.
Colore: 
from green to yellow
Odore: 
medium-light fruity
Sapore: 
fruity with a light bitterness and spicy notes
DOP Garda "Orientale"
Si produce nelle province di Verona e Mantova; i comuni ricadenti sotto Verona sono: Affi, Bardolino, Brenzone, Bussolengo, Caprino Veronese, Castelnuovo del Garda, Cavaion Veronese, Costermano, Garda, Lazise, Malcesine, Pastrengo, Peschiera del Garda, Rivoli Veronese, San Zeno di Montagna, Sommacampagna, Sona, Torri del Benaco, Valeggio sul Mincio; quelli in provincia di Mantova: Castiglione delle Stiviere, Cavriana, Monzambano, Ponti sul Mincio, Solferino, Volta Mantovana.
Colore: 
from intense to more marked green
Odore: 
lightly fruity
Sapore: 
lightly fruity with a sweet almond aftertaste
DOP Garda "Trentino"
Si produce esclusivamente in provincia di Trento, comprende territori nei comuni di: Arco, Calavino, Cavedine, Drena, Dro, Lasino, Nago Torbole, Padergnone, Riva del Garda, Tenno, Vezzano.
Colore: 
from green with golden reflections
Odore: 
lightly fruity with hints of grass
Sapore: 
delicate with hints of herbs such as pennyroyal, sage, rosemary, with almond, pine nuts, apple, banana, vanilla, tomato, lettuce and artichoke

Curiosità

L’olivo cominciò ad essere protagonista nella zona del Garda a partire dal VII secolo d.C., come testimonia un editto del 643 che sanzionava tutti coloro che danneggiavano le piante di olivo nel circondario.

Nel Medioevo, quest’olio si distingueva sul mercato per l’alta qualità e per l’alto valore economico, tanto da venire impiegato sia nell’alimentazione che in medicina. Pare che nell’alto Medioevo questo olio fosse molto esclusivo, considerato che quantità di 5-6 litri valevano quanto il prezzo di un maiale. Le elaborazioni paesaggistiche dei terrazzamenti di oliveti a ridosso del lago risalgono all’epoca rinascimentale.