DOP Alto Crotonese

L’olio di questo consorzio viene estratto dalla varietà “Carolea”, che padroneggia numericamente le aree olivetate con circa il 70%. Le altre varietà presenti negli oliveti, presenziano in una misura massima del 30%, e sono le cultivar: Borgese, Leccino, Pennulara, Rossanese e Tonda di Strongoli.Le olive destinate alla produzione dell’olio extravergine Alto Crotonese DOP sono nei comuni della provincia di Crotone: Castelsilano, Cerenzia, Pallagorio, San Nicola dell’Alto Savelli, Verzino.

Particolarità dell’olio Alto Crotonese DOP è il livello di acidità massima totale, non superiore allo 0,7% di acido oleico per 100 grammi di olio.

Le caratteristiche organolettiche e nutrizionali ne fanno uno degli oli più leggeri della Calabria, facile da degustare per il suo gusto delicato e gentile che lo rende adatto a tutti.

Caratteristiche sensoriali

Colore: 
giallo paglierino-verde chiaro

Odore: 
grass

Sapore: 
fruity and light

Curiosità

Le origini della coltivazione dell’olivo in questa zona risalgono a duemila anni prima di Cristo, quando risiedevano tribù di pastori ed agricoltori. Anche i reperti di antichi frantoi databili fra il VI e il X secolo d.C. accertano l’operato dei monaci dell’ordine Basiliano che, in epoca bizantina, da oriente si rifugiarono in Calabria e migliorarono le tecniche di coltivazione dell’olivo.