Marche

È documentata la presenza dell'olio di oliva in questa regione a partire dal 1228 quando, alle navi marchigiane che dovevano approdare sul Po, veniva richiesto un pedaggio di venticinque libbre di olio.

Il territorio consta di 7.200 ettari di oliveti per una produzione di 45.000 quintali di olio.

La buona qualità è dovuta alla combinazione varietale di Frantoio e Leccino con alcune varietà locali: la Coroncina, il Piantone di Falerone, il piantone di Mogliano, la Rosciola, il Sargano di Fermo, l’Orbetana, la Mignola, la Carboncella, la Raggia e la Raggiola.

Oli DOP e IGP